Toto

I nostri cani: intervista a Toto

Rinnoviamo lo spazio dedicato agli amici di Mistral con una nuova idea: una serie di interviste ai cani che frequentano il nostro campo di addestramento. Sì! non ci stiamo sbagliando, gli intervistati saranno proprio i nostri amici a quatto zampe!

La prima intervista è per Toto, il compagno di avventure di Rossella, brava e abile illustratrice che nel tempo libero si diverte con noi in mezzo agli ostacoli di agility dog.

D. Ciao Toto!

R. Ciao… ciao… ciao… aspetta che cerco qualcosa per giocare insieme….

D. Trovato? Bene!
Eccoti allora la prima domanda: quando e dove sei nato? Sai chi ti ha dato il nome Toto e perché?

R. Sono nato circa 5 anni fa, il 26 di Agosto qui a San Lorenzo in Campo. Inizialmente avevo un altro nome ma poi la mia padroncina ha preferito chiamarmi Toto, come il cagnolino del libro “Il Mago di Oz”, siamo entrambi neri!

D. Ti ricordi di tuo babbo e della tua mamma? Sai cosa fanno di bello i tuoi fratelli e sorelle?

R. Il mio papà è un Labrador di color champagne e la mia mamma è un piccolo meticcio nero da cui ho preso i miei dentini storti. Ho anche una sorellina che mi assomiglia molto ma non vedo mai.

D. Quando hai conosciuto la tua famiglia? Ti ricordi la prima volta che sei arrivato a casa loro?

R. Conosco la mia famiglia praticamente da quando sono nato. La prima volta che la mia padroncina mi ha preso in braccio avevo poche settimane e quando mi ha portato a casa sua ho trovato ad aspettarmi la mia amica Pollon, una gattina bianca e nera nata pochi giorni prima di me nella stessa casa da cui provengo e un altro micio , un trovatello , un po’ strano… di nome Pirla.

D. Raccontaci la tua giornata tipo. Ad esempio. A che ora ti svegli la mattina? Con chi trascorri più più tempo? Qual’è il tuo passatempo preferito?

R. La mia giornata tipo inizia prestissimo, prendo il primo giochino che trovo e ne ho tanti sparsi per casa, e sveglio tutti quanti! In inverno invece dormo spesso e spesso mi devono spingere giù dalla cuccia.  Adoro correre in cerchio attorno l’albero che ho in giardino e per questo mi son guadagnato il soprannome di Cinghialetto, ma la maggior parte del tempo la trascorro in compagnia della mia famiglia. Ogni occasione è buona per una passeggiata, per una scorrazzata in campagna e a volte mi capita anche di fare il cagnolino di città in qualche bel locale della costa adriatica.

D. Raccontaci un avvenimento divertente della tua vita.

R. Il mio primo giorno al mare. Siamo partiti prestissimo e dopo un viaggio un po’ noioso in macchina siamo arrivati in spiaggia. Inizialmente avevo timore, poi pian piano e con l’aiuto della mai padroncina sono entrato in acqua ed ho iniziato a nuotare. Da quel giorno non mi son più fermato e ogni volta che andiamo in spiaggia corro verso l’acqua e mi butto.

D. Da quanto tempo fai agility e cosa ne pensi di questa attività?

R. Faccio agility da circa due anni al campo “Agility Fun” , mi diverto da matti! Posso correre quanto voglio su e giù, dentro i tubi, poi ci sono gli ostacoli, lo slalom, ma i miei preferiti sono la palizzata e la passerella, salgo poi scendo poi salgo un’altra volta e visto che mi piace la rifaccio ancora. Da quando faccio agility ho conosciuto tanti amici pelosi e non con cui trascorro molto tempo insieme anche al di fuori del campo.

D. Dicci una cosa simpatica, una cosa antipatica e una cosa divertente di Rossella.

R. Nessuno lo sa… quando siamo soli Rossella mi da qualche biscotto, però poi si arrabbia se altri mi danno da mangiare di più della mia solita porzione. La cosa che meno mi piace è quando mi sgrida perché mangio il cibo dei gatti, inizia ad urlare veramente tanto, ma io sono furbo e ogni volta studio nuove tattiche per non farmi beccare.

D. Grazie delle tue risposte, se vuoi puoi concludere con un saluto.

R. Già finito?!… ma io voglio giocare ancora!

😀

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *